domenica 27 dicembre 2009

Segnali. A proposito di fotografia


Esposizione fotografica: “Existence denied” dei fotografi Andrea M. e Magda C., dal 17 ottobre a fine gennaio, presso l'Alternative Information Center di Beit Sahour, Betlemme,Palestina. Fotografie scattate durante i quattro venerdì dello scorso Ramadan.
“Checkpoint” – scrivono i due fotografi “letteralmente significa “punto di controllo”, ma difficilmente sentirete questa parola pronunciata da un Israeliano o da un Palestinese. Il termine più usato è “machsom” dall'ebraico “barriera” (…) Ma per ironia della sorte “machsom” significa secondo la terminologia della kabbalah ebraica “barriera tra questo mondo e quello spirituale”. Da meditare, studiando la realtà.

lunedì 21 dicembre 2009

Ipse Dixit: Emanuele Severino

800 disegni inediti dell'ottocento veneziano

Dal 19 dicembre all'11 aprile 2010, il Museo Correr di Venezia, ospiterà la mostra 800 disegni inediti dell'ottocento veneziano, una vasta rassegna di disegni ottocenteschi, in grandissima parte inediti, dovuti ad autori come Caffi, Pividor, Guardi, Moro, Bosa, Vervloet. La mostra si snoda tra il Salone d'onore e la vasta area espositiva al secondo piano del museo. Presenta opere d'argomento veneziano o concepite e realizzate a Venezia o ispirate alla città e ai suoi aspetti monumentali e sociali come soggetto di esercitazione o di risonanza poetica. La collezione dei disegni dell'Ottocento veneziano al Correr è una delle più ampie nel panorama della grafica di quel secolo.



Fonte: http://www.youtube.com/user/museicivicidivenezia

Biglietti: Buon Natale!

Pubblichiamo (in formato .pdf) alcuni Biglietti di Natale pronti per essere scaricati e stampati.
Un'unica indicazione: nella stampa del PDF non deve essere selezionata la voce "ridimensiona pagina".
Visualizza e scarica Biglietti 01

Le avventure di Sir Edwin Fuzz III


Arrivando in segreto a New York, Sir Edwin facendosi una prima idea della vita della città, si convinse che era un inferno ribollente di criminalità. Poco tempo è bastato per far conoscere il famoso detective con suoi metodi e le attrezzature a sua disposizione. E 'stato sorpresso a scrutare con  eccezionale attenzione le donne: "Conosci il tuo nemico", ha spiegato, "che è la chiave di volta dei miei metodi".

venerdì 18 dicembre 2009

OUTRENOIR


 Stando alla teoria dei colori formulata da Newton nel 1672, la luce che percepiamo quotidianamente non è bianca, ma composta dai sette colori dello spettro solare: il rosso, l’arancio, il giallo, il verde, l’azzurro, l’ìndaco e il violetto. Basandoci perciò sugli esperimenti di Newton possiamo dire (in modo impreciso ma breve) che un oggetto che riflette allo stesso tempo tutte le 7 onde luminose ci sembra bianco, il “non-colore” che è somma di tutti gli altri colori. Se l’oggetto invece assorbe tutte le onde tranne una, quel oggetto avrà ai nostri occhi il colore di quell’unica onda riflessa.
Nel caso in cui esso assorba al contrario tutte le onde luminose, esso ci apparirà nero, il “non-colore” che è dunque annullamento di tutti gli altri colori.
Diciamo perciò che il colore nero, in natura, non riflette la luce.

Chad Van Gaalen


A notorious homebody, Chad VanGaalen is well known for rarely leaving his basement in Calgary, endlessly drawing, recording and making art. Fortunately, he has an uncanny knack for creating music that is sweepingly beautiful and undeniably genuine, and with his third full-length Soft Airplane, this celebrated multi-talented artist has created his most complete album to date.

A talented illustrator and animator, Chad’s work has shown across Canada

martedì 15 dicembre 2009

Il suicidato della società


Dipinta da un Van Gogh extra - lucido, questa faccia di beccaio dal pelo rossiccio, che ci ispeziona e ci spia, che ci scruta con un occhio torvo anzi, non conosco un solo psichiatra [ ... ]
Antonin Artaud

Le avventure di Sir Edwin Fuzz I


Sir Edwin Fuzz si gode un'ora di tempo libero nel suo club di Londra. Primo esperto di narcotici del Regno Unito e segugio per eccellenza, legge, ignaro del significato imminente per sé, storie di improvvisi scoppi di violenza che devastano le strade di New York ...







FILM, Samuel Beckett


"esse est percipi"













Per vedere il film clicca su "Leggi tutto..."

Segnali


Vi segnaliamo un bel sito di qualche anno fa, tra i curatori della rivista come del sito, anche il "monstre sacré" Eugenio Barba. (Anche se non lo si ama, bisogna riconoscergli la ricchezza del vissuto). Bella e ben selezionata anche la galleria di immagini.
Cliccate dunque:
http://www.teatroestoria.it/

lunedì 14 dicembre 2009

Ipse Dixit: Gilles Deleuze


"Non parliamo di opera d’arte, ma diciamo almeno che c’è contro-informazione. Ci sono dei paesi dittatoriali nei quali, anche in condizioni particolarmente dure e crudeli, c’è contro-informazione. Ai tempi di Hitler gli ebrei, che arrivavano dalla Germania ed erano i primi a dirci che c’erano i campi di sterminio, facevano contro-informazione. Ma bisogna constatare che la contro-informazione non è mai stata sufficiente a fare qualcosa. La contro-informazione non ha mai dato fastidio a Hitler. Tranne che in un caso. Qual è questo caso? E’ importante.

Ipse Dixit: Esopo



La volpe e lo scimpanzé scelto come sovrano
Lo scimpanzé, che si era fatto apprezzare con le sue danze durante un'assemblea degli animali, venne da loro eletto re. Un giorno la volpe, che si rodeva per l'invidia, scorse una trappola preparata con un pezzo di carne e vi condusse lo scimpanzé, dicendogli: "Nonostante io abbia trovato un tesoro, non me lo sono tenuto per me, ma l'ho conservato per te, come un omaggio dovuto alla tua regalità". E continuava a insistere che prendesse la carne. Quello, senza pensarci troppo, le si avvicinò e, non appena si trovò intrappolato, incominciò a accusare la volpe di avergli teso un tranello. Ma quella: "Caro il mio scimpanzé, sei tanto stupido e regni sugli animali".
Così quanti pongono mano alle cose avventatamente, oltre ad andare incontro all'insuccesso, si attirano anche il ridicolo.

domenica 13 dicembre 2009

Neo Rauch

With collectors hanging about on waiting lists or literally queuing up to get their hands on his painting, and with critics keeping their fingers poised to drop in superlatives like "the hottest", "brightest", or "most interesting" painter working today, any show by Neo Rauch, the godfather of the "new Leipzig School" of painting, is bound to be a big event.

sabato 12 dicembre 2009

EL BUEN FUTURO


Nos bombardean de malas noticias y  aún así sabemos que hay muchas otras malas noticias de las que nadie habla. Dios quiera que  lleguemos pronto a un tal nivel de conciencia que haga despertar, en cada uno de nosotros, un cierto auténtico interés hacia las buenas noticias que siempre se rodean de silencio,  a veces fecundo a veces culpable.  Dios quiera que no nos dejemos manipular tanto, en la política,  la cultura,  el trabajo,  el arte y  la vida.

Roma, CAFF – Centro America Film Festival



Si svolge a Roma dal 14 al 19 dicembre 2009 il Primo Festival Cinematografico del Centro America. Rassegna cinematografica a cura dell'IILA (Istituto Italo-Latino Americano) con pellicole di produzione Centro e Latinoamericane.

Leggi, Scarica, Stampa .pdf in Google Docs: Locandina - Programma
Per informazioni: www.iila.org

venerdì 11 dicembre 2009

Vincent di Tim Burton

Ipse Dixit: George Orwell


"Nel tempo dell'inganno universale dire la verità è un atto rivoluzionario."

"Chi controlla il passato controlla il futuro... Chi controlla il presente controlla il passato."

"La vera libertà di stampa è dire alla gente ciò che la gente non vorrebbe sentirsi dire."

"Ma ogni cosa era a posto, ora, tutto era definitivamente sistemato, la lotta era finita. Egli era uscito vincitore su se medesimo. Amava il Grande Fratello."

giovedì 10 dicembre 2009

Cultura artistica a Roma tra il VI e il IX sec.


Gli affreschi della cosiddetta parete palinsesto a sinistra dell'abside della chiesa di Santa Maria Antiqua, una stratificazione di decorazioni in uno dei primi ambieti cristiani nel Foro Romano. presistevano altri due stratti decortivi, uno a intonaco dipinto e un altro a Opus Sectile (decorazione marmorea aniconica e simetrica).
La chiesa di Santa Maria Antiqua, la è la principale chiesa bizantina di Roma, ebbe spesso le attenzioni di molteplici pontefici tra i quali si ricordano Zaccaria, Paolo I, Giovanni VII, Martino I e Adriano I. Queste attenzioni ebbero come conseguenza la creazione di un ricco insieme di dipinti, collocabile nei secoli tra il VI e il IX, che fodera le sue pareti in più livelli sovrapposti: Celeberrimo è "l'Angelo bello" (IV stratto) un altissimo esempio dell'arte bizantina a Roma, greca più di quanto ci potessimo immaginare. Nel 847 il complesso è coperto da un terremoto.
1902  Santa Maria Antiqua venne ritrovata dal ricercatore Giacomo Boni nel corso dei lavori di scavo che interessarono l’area nei primi anni del Novecento.

Ipse Dixit: Pier Paolo Pasolini, Ezra Pound



Tokyo, grafica metropolitana


Grafica da fumetto, scenette ironiche e una richiesta: "Per piacere fatelo a casa vostra". Con questa nuova campagna la metropolitana giapponese di Tokyo invita i passeggeri a tenere un comportamento civile a bordo dei vagoni. Tra le attività messe al bando ci sono truccarsi, mangiare, gettarsi tra le porte che si stanno per chiudere, lasciare in piedi un anziano mentre si parla o si amoreggia, vestire in modo succinto e ascoltare musica a volume eccessivo. Il gusto nipponico per l'educazione colpisce ancora, ma questa volta con un pizzico di ironia di Benedetta Perilli (Repubblica.it)
Galleria su: http://viaggi.repubblica.it/multimedia/tokyo-ecco-l-etichetta-da-metropolitana/22031336/1/1

mercoledì 9 dicembre 2009

A capo con Skype


Se usate Skype per le chat forse può aiutarvi sapere che è possibile andare a capo mentre si scrive un testo: è infatti sufficiente premere il tasto per le maiuscole e mentre è premuto premere invio.

Ipse Dixit: Bruno Munari


« ALBERO
l'esplosione lentissima
di un seme »
("Fenomeni bifronti", 1993)


« Quando qualcuno dice:
questo lo so fare anch'io,
vuol dire che lo sa rifare
altrimenti lo avrebbe già fatto prima. »
(Verbale scritto, 1992)


« Il sogno dell'artista è comunque quello di arrivare al Museo, mentre il sogno del designer è quello di arrivare ai mercati rionali. »
(Artista e designer, 1971)

martedì 8 dicembre 2009

La parola, senza voler mostrare l'azione. Ordet di Nauzyciel



Ordet (La Parola) di Kaj Munk, regia e adattamento di Arthur Nauzyciel,
con Pascal Greggory (in Borgen padre), Jean-Marie Winling ( in Peter il sarto), Catherine Vuillez (in Inger), Xavier Gallais (in Johannes), Frédéric Pierrot (in Mikkel Borgen), Marc Toupence (in Anders Borgen), Théâtre du Rond-Point, Parigi, 16 settembre- 10 ottobre 2009.


venerdì 4 dicembre 2009

H

Inauguriamo l'apertura del canale YouTube del Blog Daseyn (http://www.youtube.com/daseyn2009) con un cortometraggio:
H di Filippo Riva.
Aspettiamo commenti, suggerimenti e link a Corti e Film interessanti.



giovedì 3 dicembre 2009

L'altro Michelangelo Merisi


Due righe su il Merisi. La sua rivoluzione artistica, ("lontana" dalle altre maniere coesistenti quali il Classicismo e il Barocco) vien a volte ritenuta come semplice o lontana da modelli "colti". E' certamente una pittura "facile" agli occhi di tutti, una pittura di cui si può cogliere il dramma che pervade lo spazio, la luce che costruisce le masse che occupano un posto presciso...

Le scarpe di Bush

Brushes per iPhone, dal nostro canale Youtube.com/daseyn2009

martedì 1 dicembre 2009

questione di urbanismo


Su ventisei cantoni, solo 4 hanno rifiutato la proposta della destra populista (UDC) e del partito cristiano (UDF) di vietare la costruzione di nuovi minareti in Svizzera.
La decisione é ormai presa e modificherà perfino la Costituzione svizzera, testo che, nel preambolo, proclama "in nome di Dio Onnipotente" lo spirito "di solidarietà e apertura al mondo". Il divieto sarà integrato nell'articolo 72 che sansisce i rapporti tra lo stato e le religioni. La Svizzera conta, secondo le ultime statistiche, 400.000 di mussulmani dei quali 50.000 praticanti.
Il ministro dell'immigrazione francese Eric Besson, così come molti altri, ha commentato il dibattito sui minareti, dicendo che si tratta di una semplice questione di "urbanismo".
I signori ministri non hanno probabilmente avuto il tempo di guardare il manifesto che, in Svizzera, é apparso contro la costruzione dei minareti. Perciò lo publichiamo, nel caso che i signori siano tra i lettori di DaSeyn.
Minareti come missili, l'Islam come terrore.
A voi, costruttori e lettori di immagini, lascio un enigma da risolvere....la questione di urbanismo...

ma che progresso...


Angelus Novus, Paul Klee.
Walter Benjamin
Il quadro di Paul Klee Angelus Novus raffigura un angelo che sembra in procinto di allontanarsi da un qualcosa che cattura il suo sguardo. Gli occhi sono spalancati, la bocca aperta e le ali tese. L’angelo della storia deve avere questo aspetto. Il suo volto rivolto al passato.
Dove noi vediamo una catena di eventi, lui vede un’unica catastrofe, che continua a produrre macerie su macerie rovine che si accumulano ai suoi piedi. Vorrebbe fermarsi a svegliare i morti a ricomporre ciò che è infranto ma dal paradiso si alza una tempesta che si impiglia nelle sue ali, tanto violenta che l’angelo non riesce più a chiuderle. Questa tempesta lo sospinge continuamente verso il futuro a cui gira le spalle, mentre il cumulo di macerie cresce a raggiungere il cielo. La tempesta é ciò che noi chiamiamo progresso.


"tornate nei vostri saloni"...oggi ci si sono stravaccati


31 juillet 68

Vous défendez extrêmement mal une cause juste, c'est-à-dire une transformation de cette société injuste : vous usez de petits moyens, sinon de moyens bas, et qui vous disqualifient ; et en définitive vous usez des pires moyens de cette société très policée que vous dites combattre : le mensonge, la fausse nouvelle, l'insulte grasse, l'intoxication, le mépris de la liberté des autres.
Certains d'entrevous, et les plus méprisants, ne sont-ils pas des cadets en rupture de ban de la bonne et opulente bourgeoisie ? Il suffit de vous écouter répondre à des ouvriers et à de modestes employés. Ah, cette morgue ! Vous dressez contre vous des gens de la plus humble condition, cheminots, machinistes, employés, petits marchands, ouvriers de toutes catégories, et il faut les retenir de vous chasser. Vous dites : « Le théâtre dans la rue ! », ce qui est un mot d'amateur, de provocateur ou tout simplement d'ignorant.
Et que n'allez vous, à l'heure de l'entrée, dans les fabriques ou les usines de la périphérie ou de la région ! Mais à cette heure, à huit heures, vous ronflez. Vous êtes des fainéants. Qu'y a-t-il de commun entre le travail et vous ? Des mots, et « parole ne paye pas farine ».
Des mots que la révolte de Mai vous a appris et que vous ne faites que répéter comme esprits demeurés. Vous n'êtes que des hurleurs, des tapageurs de la nuit, des fils de famille qui allez chercher le mandat paternel et hebdomadaire au bureau de poste de la rue de la République. […]

lunedì 30 novembre 2009

Lego Architecture


"The LEGO® Group and Adam Reed Tucker are excited to bring you this new line of distinctive landmark building sets. Our hope is that this will inspire minds of all ages whether you’re young and eager to learn or young at heart and simply intrigued by these modern day marvels. The idea behind LEGO© Architecture is to celebrate the past, present and future of architecture through the LEGO Brick.
Through products and events we wish to promote an awareness of the fascinating worlds of Architecture, Engineering and Construction. Initially, we are featuring a pair of Chicago’s most famous landmarks: The Sears Tower and The John Hancock Center. Eventually, we wish to offer other famous landmarks throughout the world celebrating influential architects and movements that have shaped the environment around us. We hope to inspire future architects around the world with the brick as a medium."
Fonte: http://architecture.lego.com/

Potere ai Poster!


Power to the Poster (Link) è un sito che raccoglie poster a tematica Sociale su Ambiente, Razzismo, Politica, Guerra, Pace.
E' un progetto condiviso: ognuno può mandare le sue idee per rendere visibili i temi che gli stanno a cuore e ed è, senza dubbio, una bella raccolta di idee...
http://www.powertotheposter.org/

"...a graphic design democracy project.
There is a restless, hopeful movement with eyes set on new possibilities for change leading to the prosperity of the collective. And, of course, there is the clutter-ridden madness of a constant control room information flow."

domenica 29 novembre 2009

The Art of Tim Burton

Collezione di opere, disegni, bozzetti di Tim Burton.
Non sapete dove poterlo trovare? Forse qui (librerialacompagnia.it) ci riescono!
Da vedere anche il sito http://www.timburton.com/










Magic Italy riparato | SocialDesignZine


da SocialDesignZine

Il Giornale, quotidiano ufficiale del Governo che nei giorni scorsi ci aveva pacatamente definito "iene", pubblica oggi la versione "ufficiale" del nuovo marchio turistico italiano. Secondo la consolidata abitudine di smentire se stessi — tutti hanno sentito le vive parole di Berlusconi dichiarare di aver pensato allo slogan "Magic Italy" e la ministra Michela Vittoria Brambilla duettare con Emilio Fede per offrire l'anteprima del logo — adesso il Governo ci fa sapere, attraverso le righe de Il Giornale, che quella era solo un "fermo immagine". Prendiamo per buona la dichiarazione. Tuttavia la questione della realizzazione di un marchio rappresentativo della nostra cultura, come abbiamo ripetuto in questi giorni, non è semplicemente estetica e va molto al di là dei flame in rete. È una questione che riguarda la professionalità, la trasparenza e, in definitiva, la correttezza delle scelte che un'amministrazione pubblica, foss'anche il Governo, deve seguire in questi casi (è necessario richiamare sempre esempi stranieri, come quello recente del Governo olandese?).

Balthus e Witkin

Piero della Francesca?
Qualche italiano del 900'?
NO!... è Balthasar Klossowsi de Rola:
un fantastico senso del movimento, ma anche della staticità, dell'atmosfera, un eterno divenire.

Per saperne di più:
http://it.wikipedia.org/wiki/Balthus
http://www.fondation-balthus.com


sabato 28 novembre 2009

Che Cos'è un BLOG


Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In informatica, e più propriamente nel gergo di internet, un blog (blɔɡ) è un sito internet, generalmente gestito da una persona o da un ente, in cui l'autore pubblica più o meno periodicamente, come in una sorta di diario online, i propri pensieri, opinioni riflessioni, considerazioni, ed altro, assieme, eventualmente, ad altre tipologie di materiale elettronico come immagini o video.
Il termine blog è la contrazione di web-log, ovvero "traccia su rete". Il fenomeno ha iniziato a prendere piede nel 1997 in America; il 18 luglio 1997, è stato scelto come data di nascita simbolica del blog, riferendosi allo sviluppo, da parte dello statunitense Dave Winer del software che ne permette la pubblicazione (si parla di proto-blog), mentre il primo blog è stato effettivamente pubblicato il 23 dicembre dello stesso anno, grazie a Jorn Barger, un commerciante americano appassionato di caccia, che decise di aprire una propria pagina personale per condividere i risultati delle sue ricerche sul web riguardo al suo hobby. Nel 2001 è divenuto di moda anche in Italia, con la nascita dei primi servizi gratuiti dedicati alla gestione di blog.
Il termine weblog è stato creato da Barger nel dicembre del 1997, e apparve per la prima volta nel suo sito personale. La versione tronca blog è stata creata da Peter Merholz che nel 1999 ha usato la frase "we blog" nel suo sito, dando origine al verbo "to blog" (ovvero: bloggare, scrivere un blog).
Attraverso i blog la possibilità di pubblicare documenti su Internet si è evoluta da privilegio di pochi (università e centri di ricerca) a diritto di tutti (i blogger, appunto).
I blog hanno qualche somiglianza con i wiki, nel modo in cui vengono gestiti gli aggiornamenti, favoriti i commenti dei lettori e stimolate le nascite di community.

venerdì 27 novembre 2009

Chi Siamo


DaSeyn: EsserCi.
Escursioni in Arte, Architettura, Cinema, Design, Grafica, Internet, Informatica, Letteratura, Teatro.
Daseyn è già un tentativo, esplorazione di alcuni verso l'avanguardia, verso la capacità di vedere il nuovo che é al di là, e scoprire che in realtà è l'antico che, instancabilmente, torna.
DaSeyn è già un progetto comune, l'immaginare la novità insieme. DaSeyn non é ancora ciò che deve essere, ma c'è.
Manca l'inevitabile "lavorio del tempo".